Tempo di lettura stimato: 9 minuti

Urban air mobility (UAM) è un termine che si riferisce all’uso di droni aerei autonomi per il trasporto di passeggeri e merci all’interno delle città. Questi veicoli possono essere a decollo e atterraggio verticale o tradizionale. L’obiettivo principale dell’UAM è quello di ridurre il traffico stradale e migliorare la mobilità urbana.

Fonte: Volocopter GmbH – VoloCity in front of Skyports and ADP Vertiport Terminal at Pontoise-Cormeilles Testbed

Quali sono le aziende leader

Ci sono diverse aziende che stanno sviluppando tecnologie e veicoli per l’UAM, alcune delle quali sono:

  • Airbus: una delle più grandi aziende aeronautiche al mondo, sta sviluppando un eVTOL chiamato CityAirbus.
  • Boeing: l’azienda sta lavorando su un eVTOL chiamato PAV (Passenger Air Vehicle).
  • Uber: l’azienda di ride-sharing ha annunciato un progetto chiamato Uber Elevate per lo sviluppo di eVTOL.
  • Terrafugia (Geely): un’azienda cinese di proprietà di Geely che sta lavorando su una serie di veicoli VTOL chiamati Terrafugia Transition e Terrafugia TF-2.
  • Joby Aviation: un’azienda californiana che sta lavorando su un eVTOL a sei rotori chiamato Joby S2.
  • Volocopter: un’azienda tedesca che ha già realizzato voli di prova con il suo eVTOL chiamato VoloCity e arrivare a breve anche in Italia per collegare gli aeroporti milanesi con la città e i luoghi delle Olimpiadi Invernali 2026.
  • Ehang: startup cinese quotata in Borsa anche sul NASDAQ (ticket EH), ha già effettuato test con successo e di appresta a lanciare il servizio taxi in molte città cinesi.

Queste sono solo alcune delle aziende che stanno lavorando per lo sviluppo dell’Urban Air Mobility, ce ne sono molte altre e il settore è in continua evoluzione.

Chi è Joby Aviation

Joby Aviation è un’azienda americana che si concentra sullo sviluppo di aeromobili a decollo e atterraggio verticale elettrici (eVTOL). L’azienda è conosciuta per il suo aeromobile eVTOL chiamato Joby S4, progettato per il trasporto aereo taxi e per il trasporto aereo. Il Joby S4 è un aeromobile a sei rotori alimentato da motori elettrici, progettato per l’autonomia completa e può trasportare fino a quattro passeggeri con un’autonomia di 150 miglia. L’azienda sostiene che l’aeromobile è 10 volte più silenzioso di un elicottero e progettato per integrarsi con i sistemi esistenti di gestione del traffico aereo. Joby Aviation ha effettuato diversi voli di prova con successo e sta lavorando per ottenere la certificazione del suo aeromobile presso la Federal Aviation Administration (FAA) e altre autorità regolatorie. L’azienda sta anche lavorando allo sviluppo di un avanzato sistema di gestione del traffico aereo per supportare le sue operazioni e altri aeromobili eVTOL.

Cliccando questo link o qui sotto potete vedere il video del velivolo su Youtube.

Fonte: Youtube

Chi è EHANG

EHang è un’azienda cinese che si concentra sulla progettazione e produzione di veicoli aerei autonomi. La società è stata fondata nel 2014 ed è nota per il suo eVTOL chiamato EHang 216. Il veicolo è stato presentato per la prima volta al CES 2016 e ha effettuato il suo primo volo di prova nel maggio 2016. Il EHang 216 è progettato per trasportare fino a 2 passeggeri e ha un’autonomia di volo di circa 30 minuti. EHang è una delle aziende leader nel settore Urban Air Mobility, e sta lavorando per la commercializzazione del suo eVTOL.

Fonte: EHang

Chi è Volocopter

Volocopter è un’azienda tedesca che si concentra sullo sviluppo di soluzioni di trasporto aereo autonomo. Il loro veicolo di punta è l’eVTOL (Veicolo Aereo Elettrico a Decollo e Atterraggio Verticale) chiamato Volocopter 2X, che è stato progettato per il trasporto di passeggeri all’interno delle città. Il Volocopter 2X è dotato di 18 rotori, una struttura in fibra di carbonio e una batteria al litio che gli consente di volare fino a 30 minuti. La società ha effettuato voli di prova con successo e sta lavorando per ottenere l’approvazione delle autorità per il trasporto passeggeri. Volocopter, come molte altre società sta lavorando per integrare la tecnologia UAM nei sistemi di trasporto delle città.

Fonte: Volocopter

Droni Taxi alle Olimpiadi Milano Cortina 2026

In generale, l’utilizzo dei droni e degli eVTOL (Veicolo aereo elettrico a decollo e atterraggio verticale) per il trasporto di passeggeri e merci rappresenta un’interessante opportunità per le Olimpiadi invernali, soprattutto per gli spostamenti tra le varie località e per il trasporto di materiali e attrezzature. Ciò potrebbe contribuire ad aumentare l’efficienza e la sicurezza degli spostamenti, oltre a ridurre l’impatto ambientale.

Inoltre, le Olimpiadi invernali rappresentano un’occasione unica per mostrare le ultime innovazioni tecnologiche e potrebbe rappresentare un’opportunità per Volocopter e altre aziende di dimostrare la fattibilità e la sicurezza dei loro sistemi di trasporto aereo autonomo. Tuttavia, è importante notare che ci sono ancora molte sfide da superare per quanto riguarda la sicurezza, la regolamentazione e l’infrastruttura per l’utilizzo dei droni e degli eVTOL per il trasporto di passeggeri commerciale.

La notizia è già su tutti i giornali e i siti di news. Vedremo se poi si concretizzerà!

Fonte: Open Online

Il nodo dello Unmanned Traffic Management nelle città

Fare volare droni passeggeri (e cargo) sopra le città crea un notevole problema di sicurezza che deve essere gestito. Per farlo servono due cose: 1) la piena integrazione del volo dei droni nel sistema del traffico aereo commerciale, e 2) un sistema di Unmanned Traffic Management (UTM).

Ne abbiamo già scritto nell’apposito capitolo del nostro ultimo libro “Investire nei megatrend del futuro” (Hoepli, 2020) che vi consigliamo di leggere per maggiori approfondimenti. Qui, in sintesi, diciamo che lo UTM è un sistema di gestione del traffico aereo che consente la gestione sicura e coordinata dei veicoli aerei senza equipaggio (VAS) o droni. L’UTM consente di monitorare e gestire i droni in modo efficiente, evitando collisioni con altri veicoli aerei e garantendo la sicurezza degli operatori e dei passeggeri.

Il sistema UTM utilizza tecnologie come la comunicazione, la navigazione, la sorveglianza e il controllo del traffico aereo per coordinare e gestire i droni in volo. Includerebbe anche un sistema di pianificazione del volo, in modo che i droni possano evitare zone ad alto rischio, come aeroporti, zone industriali e zone residenziali. Inoltre, l’UTM utilizzerebbe un sistema di gestione delle autorizzazioni per assicurare che solo i droni autorizzati volino in determinate aree.

Il sistema UTM è una parte fondamentale per l’integrazione dei droni nel traffico aereo commerciale, poiché consente di gestire in modo sicuro e coordinato i voli dei droni e di garantire la sicurezza degli operatori e dei passeggeri. Ci sono diverse organizzazioni e aziende che stanno lavorando per sviluppare e implementare sistemi UTM, tra cui FAA (Federal Aviation Administration) e NASA (National Aeronautics and Space Administration) negli Stati Uniti, e EASA (European Aviation Safety Agency) e EUROCONTROL in Europa. Per l’Italia c’è l’ENAV che già nel 2021 pubblicò una lettera d’intenti per lo sviluppo del UAM nel nostro Paese.

Investire nella Urban Air Mobility

Per l’investitore privato è possibile investire sia nelle startup che sono a caccia di denaro fresco, come nel caso di Joby Aviation (si veda la loro pagina di Investor relation) sia in Borsa. Come nel caso di EHang, quotata sul mercato Nasdaq in dollari. In entrambi i casi ricordiamo che sono startup tecnologiche, con prototipi non ancora entrati in produzione e con un mercato che è ai primi passi e dipende molto dalla regolamentazione aeronautica nazionale e internazionale. Quindi, più che un investimento è oggi ancora una “scommessa”, al pari di altre in settori all’avanguardia di cui vi abbiamo parlato come la New Space Economy, l’AI generativa, il Metaverso e così via.

Giusto per darvi un’idea della volatilità di questi “investimenti” che vivono di news, vediamo qui sotto il grafico di EHang tratto dal sito Finviz.com. Tipico grafico da bolla speculativa partita durante la pandemia con i soliti trader casalinghi che fidandosi dei post su Reddit e social vari hanno comprato a man bassa, per poi rimanere con il cerino in mano quando nel 2021 è scoppiata la bolla dei titoli tecnologici e dei titoli cinesi quotati in USA (doppietta perfetta essendo EHANG una startup tecnologica cinese!).

Adesso siamo tornati sui minimi fino a ottobre 2022 dove è ripartita la corsa agli acquisti che sembra già essersi fermata. Quindi, titolo altamente volatile e speculativo. Come sempre vi consiglio, fate bene i vostri calcoli e le vostre analisi.

Fonte: Finviz.com

Foto di copertina: @Volocopter GmbH – VoloCity in front of Skyports and ADP Vertiport Terminal at Pontoise-Cormeilles Testbed


DISCLAIMER: Tutti i contenuti di questo sito non intendono in alcun modo costituire sollecitazione al pubblico risparmio oppure consulenza all’investimento in titoli azionari, contratti future, opzioni, fondi comuni o in qualsiasi altro strumento finanziario. L’attività del sito non costituisce consulenza personalizzata così come indicato dal D.Lgs. 58/98, così come modificato dal successivo D.Lgs. 167/2007. Chi scrive non conosce le caratteristiche personali di nessuno dei lettori, in specie flussi reddituali, capacità a sostenere perdite, consistenza patrimoniale. Tutti i contenuti del sito hanno solo scopi didattici, educativi e informativi. Gli argomenti riguardano l’analisi fondamentale e tecnica, i commenti sui mercati, la casistica operativa, piani di trading, ecc., ma non forniscono segnali di acquisto o vendita sui vari strumenti finanziari, né indicazioni per la gestione diretta o indiretta del capitale di terzi. Pertanto, chi legge i contenuti del sito riconosce la propria esclusiva responsabilità delle eventuali e successive azioni. Le informazioni finanziarie presenti nascono da conoscenze ed esperienze personali degli autori, che conducono inevitabilmente a valutazioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Tutti i contenuti sono quindi passibili di errori di interpretazione e valutazione, come avviene per qualsiasi opinione personale. È possibile che chi scrive sia direttamente interessato in qualità di risparmiatore privato all’andamento dei valori mobiliari trattati in questo sito e svolga attività di trading o investimento in proprio sugli stessi strumenti citati, e quindi si trovi in conflitto di interesse con i lettori. Si ricorda che i rischi di perdite legati all’attività di trading possono essere molto elevati e arrivare ad azzerare il capitale impiegato. L’investitore deve considerare attentamente i rischi inerenti all’attività di trading e investimento alla luce della propria situazione finanziaria. Infine, si precisa che questo sito internet non rappresenta una testata giornalistica ai sensi della L. 62/2001 poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Riteniamo che le immagini utilizzate a corredo dei post siano di pubblico dominio. Qualora invece dovessero essere coperte da diritti siete pregati di avvertirci (info@investireinmegatrend.it) e provvederemo a rimuoverle immediatamente.


Di Andrea Forni

Co-founder di questo sito. È autore e coautore di libri e analisi sui temi dell'economia, della finanza e dei megatrend oltre a centinaia di articoli pubblicati dal 1989 a oggi da primarie riviste, quotidiani e siti tra i quali: Borsa & Finanza, Advisor, Trader's Magazine, Bollettino Associazione Banche Popolari, Sf Rivista di Sistemi Finanziari, Parabancaria, ITForum News. E' iscritto all'OCF (Organismo dei Consulenti Finanziari) e detiene la certificazione internazionale IFTA CFTe.

error: ATTENZIONE: IL CONTENUTO DI QUESTO SITO E' PROTETTO E NON COPIABILE!!