Per il libro della domenica vi segnalo “Reminiscences of a Stock Operator: With New Commentary and Insights on the Life and Times of Jesse Livermore” scritto da Edwin Lefèvre, sulla vita, le avventure e le disavventure del (forse) più grande trader di Borsa di tutti i tempi.

Come al solito potete leggerne un ampio estratto grazie ad Amazon sul cui sito potete anche acquistarlo in cartaceo o in formato digitale.

Questa è una delle tante edizioni del libro, ma ve la segnalo perchè è un edizione da collezione di questo classico che racconta la vita di Jesse Livermore, il più famoso speculatore di tutti i tempi. Il libro ha il pregio di unire al testo le immagini d’epoca e le note storiche su come operavano i traders all’inizio del Novecento.

Nato in una famiglia di contadini nel 1877, Livermore trova lavoro come “ragazzo di bottega” in un ufficio di brokeraggio a Boston. Il suo compito è scrivere sulla lavagna le quotazioni che giungono via telegrafo, strumento adottato dai broker dopo la Guerra Civile. Il ragazzo sviluppa l’interesse per lo studio del comportamento dei prezzi notando similitudini tra la fluttuazione dei titoli e intuisce che lo studio dei dati storici può fargli prevedere l’andamento del prezzo. Usa questa capacità per speculare nei “bucket shops” (specie di ricevitorie dell’epoca) e poi in Borsa diventando uno degli uomini più ricchi del pianeta. A parte l’aspetto storico, il libro è interessante per l’analisi psicologica dei mercati e del comportamento degli operatori. Sebbene si riferisca a un periodo ormai lontano, le emozioni umane non sono cambiate nei secoli.

Assolutamente da leggere e rileggere, insieme alle biografie di tanti altri personaggi che hanno fatto fortuna (o sono finiti in miseria) con la Borsa, di ieri e di oggi (e chissà) di domani.

Andrea Forni

Di Andrea Forni

Founder di Investirobot.com e co-founder di questo sito. Esperto di scenari d'investimento tecnologici, ambientali e demografici. Iscritto OCF | IFTA CFTe | Trader professionista