La continua digitalizzazione di tutti i settori economici porta a sempre maggiori esigenze di sicurezza e quindi alla necessità di investire nella cybersecurity. Una tematica che rientra nei megatrend tecnologici.

Servizi digitali e cybersecurity

La crescita dei servizi digitali ha attirato la criminalità informatica, ma il settore è diventato anche un campo di battaglia per operatori statali e parastatali di tutto il mondo. “Il tema della (in)sicurezza informatica riguarda tutti quanti, enti, governi, società e privati, perché la nostra identità – che ci piaccia o meno – sta diventando sempre più digitale, almeno a fini amministrativi, di consumo, di viaggio” commenta Günther Schmitt, Gestore del Raiffeisen Azionario MegaTrends, di Raiffeisen Capital Management.

“Considerato questo scenario le spese per la sicurezza informatica aumenteranno in modo massiccio nel 2021. Diverse società di ricerca stimano che il settore crescerà di oltre il 10% all’anno nei prossimi cinque, dieci anni. Per il momento non si intravede alcuna fine, al contrario. Perché qui, naturalmente, stiamo assistendo a un’altra massiccia tendenza: la digitalizzazione di quasi tutti i settori e l’accelerazione del trend del lavoro da casa. La pandemia ha dato un ulteriore impulso a questi sviluppi e ai relativi rischi”. Investire nella cybersecurity è quindi un’idea che potrebbe essere vincente anche nel lungo periodo.

Dove investire

Dal punto di vista dell’investitore tutto questo garantirà una lunga crescita. I metodi di attacco migliorano continuamente, così come l’hardware a disposizione, quindi le società specializzate nella difesa contro gli attacchi devono sviluppare sempre metodi aggiornati di rilevamento e di difesa.

E i loro clienti, volenti o nolenti, devono acquistare continuamente questi sistemi di sicurezza migliori e spendere soldi per la sicurezza informatica. La necessità per le imprese e le autorità di investire continuamente in sistemi di sicurezza efficaci è relativamente elevata.

Il futuro del settore

“Il mercato della cyber-sicurezza crescerà significativamente nel prossimo futuro, anche grazie alla continua digitalizzazione di tutti i settori della vita” conclude Schmitt. Questo uno dei motivi per cui vale la pena investire nella cybersecurity.

“Allo stesso tempo, però, non è una strada a senso unico per le aziende che operano in questo campo. Molto si basa naturalmente sulla fiducia, anche e soprattutto in questo settore. Le aziende che non possono (più) giustificare la fiducia dei loro clienti e che con le loro soluzioni non offrono la sicurezza promessa saranno rapidamente sostituite da quelle che lo fanno meglio. Pertanto, anche in questo settore sono necessari un continuo e attento monitoraggio e una buona selezione delle aziende da parte del dei fund manager”.

Massimiliano Malandra

Di Massimiliano Malandra

Co-founder di questo sito. Analista fondamentale e quantitativo, socio Aiaf e giornalista professionista dal 2002. Esperto di approccio risk parity. Autore di vari libri.