Settimana scorsa l’opera EVERYDAYS: THE FIRST 5000 DAYS dell’artista digitale Mike Winkelmann, in arte BEEPLE, è stata venduta all’asta da Christie’s per la modica cifra di 69.346.250 dollari. Quest’opera è in realtà un file fotografico JPEG.

Fonte: BBC – cliccare per vedere il file integrale con zoom sui singoli fotogrammi

I media italiani hanno trattato la notizia quasi con scherno verso l’anonimo compratore. Un pazzo (o una pazza) che si è portato a casa un file jpeg a caro prezzo? In realtà la notizia ha una triplice valenza per noi che amiamo approfondire le cose:

  1. Apre al grande pubblico il concetto di Crypto Art, qualcosa a cavallo di arte, tecnologia avanzata e investimenti alternativi
  2. Spalanca la strada al collezionismo di “digital collectibles” basati sulla blockchain, essendo l’opera firmata digitalmente con un Non-Fungible Token (NFT)
  3. Rappresenta il record storico di prezzo in un’asta di opere d’arte digitali

Senza contare che le opere di BEEPLE sono una gioia per gli occhi di tutti gli appassionati di grafica digitale. La domanda che vi sorge spontanea è: “perché dovrei andare avanti a leggere questo articolo?” Risposta ai lettori: Perché stiamo parlando di investimenti alternativi in cryptovaluta! Se siete investitori privati potrebbe interessarvi per diversificare i vostri investimenti, se siete consulenti finanziari prima o poi qualche vostro cliente vi chiederà spiegazioni in merito.

Chi è BEEPLE

Beeple è il nome d’arte di Mike Winkelmann, graphic designer americano che fa una varietà di opere d’arte digitali tra cui cortometraggi, Creative Commons VJ loops, everydays e lavori di virtual e augmented reality. L’artista ha lavorato a visuals di concerti per Justin Bieber, One Direction, Katy Perry, Nicki Minaj, Eminem. Ma la sua fama nasce dalla creazione del movimento “quotidiano” nella grafica 3D, che propugna la creazione di un’immagine grafica ogni giorno.

EVERYDAYS: THE FIRST 5000 DAYS è infatti il collage digitale delle prime 5000 immagini giornaliere pubblicate online dall’artista per oltre dieci anni senza perdere un solo giorno.

Fonte: Beeple-crap.com

L’artista è spesso in forte polemica con il mondo dell’economia e della finanza in cui siamo immersi come dimostra il suo video che si apre con le parole di Warren Buffett.

Fonte: Beeple-crap.com

La Crypto Art tra blockchain e arte pura

Il sito Artribune.com ha pubblicato recentemente un interessante articolo sulla criypto arte, in occasione della vendita all’asta del Nyan Cat, la Gif animata del gattino rosa che vola nel cielo stellato, per 300 Ethereum, pari a 590.000 dollari. A questa Gif creata 10 anni fa è stato associato un token crittografato (NFT, Non-Fungible Token) che ne attesta la proprietà grazie alla blockchain. L’NFT non blocca l’immagine digitale che può continuare a circolare, riprodursi e trasformarsi. Se volete entrare più in dettaglio sull’uso dei token NFT come strumento di investimento oltre a leggere l’articolo citato vi consiglio la guida agli NFT di Makerplace.com a questo link.

Perché, come e dove investire in Crypto Art

La Crypto Arte non è ancora entrata ufficialmente nel circuito delle gallerie sebbene l’asta di Christie’s potrebbe dare una svolta in tale senso al settore. Esistono però piattaforme dove i collezionisti trovano un mercato molto florido e dinamico: SuperRare.co e Nifty Gateway dedicate alla crypto arte in ogni forma visuale e OpenSea.io che si definisce il più grande marketplace di NFT.

Per farsi un’idea delle quotazioni si può guardare https://nonfungible.com/ il più grande database al mondo di blockchain gaming e crypto collectibles.

Dal punto di vista dell’artista che vende la sua opera i vantaggi sono molti. E’ lui che certifica l’opera senza passare da critici d’arte, gallerie e altri terzi. L’opera digitale circa liberamente ma è sempre controllata dalla blockchain e quindi a ogni passaggio di mano (ovvero vendita successiva) l’artista è sicuro di guadagnare la percetuale pattuita nel contratto digitale collegato all’opera.

Dal punto di vista del collezionista c’è la certezza che l’opera acquistata sia unica e reale poiché la blockchian garantisce la sua autenticità meglio di qualsiasi attestato di casa d’aste, esperto o notaio.

Conclusioni

Siete disorientati? Forse sì. Ma questo è il mondo del futuro, che vive in parallelo tra economia fisica ed economia digitale, quella che nel nostro libro “Investire nei megatrend del futuro” abbiamo descritto come il paradigma della O-2-O Economy (Online-to-Offline). E’ un mondo parallelo a quello vissuto da molti di noi, dove blockchain e cryptovalute creano opportunità di business, di investimento e di scoperta al di là dell’immaginazione. Vale la pena, per l’investitore serio e coscienzioso, studiarci sopra per capirne le potenzialità e se questo mondo possa diventare un modo di diversificare i propri investimenti.

Andrea Forni

Di Andrea Forni

Founder di Investirobot.com e co-founder di questo sito. Esperto di scenari d'investimento tecnologici, ambientali e demografici. Iscritto OCF | IFTA CFTe | Trader professionista