Tra le agevolazioni fiscali del 2020 è necessario approfondire la detrazione del 50% per investimenti in equity crowdfunding.

Nel Decreto Rilancio (n. 34 maggio 2020), convertito in legge con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge n 77 del 17 Luglio 2020, sono stati confermati gli incentivi per gli investimenti in Startup.

Equity crowdfunding – agevolazioni fiscali 2020

Le persone fisiche che investono, fino a €100.000 a partire dal 18/7/2020 e fino a dicembre, in campagne di equity crowdfunding possono detrarre il 50% dell’importo dal proprio imponibile fiscale.

Gli investimenti che offrono la possibilità di agevolazione fiscale sono quelli in startup innovative e PMI innovative. Non sono oggetto di agevolazione però gli investimenti in equity crowdfunding immobiliare!

La condizione richiesta è che si detengano le quote per almeno tre anni, pena la restituzione allo Stato di quanto beneficiato fiscalmente.

Nel video sono spiegati i meccanismi, considerato che è stato girato antepandemia, non contiene l’incremento dell’incentivo al 50% (sino al 2019, l’incentivo era pari al 30%).

Ricordo come le detrazioni sono somme che è possibile sottrarre direttamente dall’imposta, quindi hanno un beneficio decisamente ampio ed interessante.

Hanno anche interessanti benefici le persone giuridiche che investono in campagne di equity crowdfunding ma in termini di deduzione dall’imponibile.

Vantaggi derivanti dall’investimento in Equity crowdfunding

  1. Sotto l’ambito del mero investimento, potremmo considerare questo incentivo fiscale come una sorta di “garanzia” dell’investimento da parte dello Stato. Considerato che lo Stato, nella prima dichiarazione dei redditi, restituisce il 50% (come riduzione di imposte). E’ un’ottima cosa perché al momento non esistono investimenti garantiti con queste %
  2. L’investimento in una società dalle effettive potenzialità di crescita ci mette nelle condizioni di poter moltiplicare il nostro investimento, anche in breve tempo
  3. L’investimento in quote di società fa sì che la crescita delle stesse abbia un andamento più controllato perché non espone le imprese a tassi di indebitamento elevati.

Svantaggi derivanti dall’investimento in Equity crowdfunding

  1. L’investimento in CAPITALE DI RISCHIO di società può avere come effetto anche la PERDITA TOTALE del nostro investimento! Più è alto il rischio di perdere tutto più è alto il potenziale rendimento!
  2. Per poter usufruire dell’agevolazione fiscale dobbiamo essere nelle condizioni! Ovvero dobbiamo avere imposte da pagare. Per esempio non potrebbero usufruire di questa agevolazione i detentori di reddito che derivano esclusivamente da regimi forfettari.
  3. La quota di investimento è funzionale al valore premoney della società, il quale è stimato sulla base di business plan prospettici. Prima di fare un investimento dobbiamo leggere e comprendere la natura, la bontà delle stime e condividere la vision della società.

Per capire se l’investimento in equity crowdfunding sia congeniale a ciascuno di noi suggerisco di leggere e rileggere il post “Come investire nel crowdfunding

Di Pasquale Stefanizzi

E’ PhD in materie economico finanziarie (Banca e Finanza) presso l’Università di Roma Tor Vergata, già assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Ingegneria dell’innovazione dell’Università del Salento. Nel 2015 ha terminato con profitto il master in “Digital marketing” di Ninja Accademy. E’ consulente d’impresa e docente in numerosi corsi di formazione. Ha sviluppato un particolare interesse per le attività di accompagnamento delle imprese nei rapporti con le banche. E’ autore di pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali ed internazionali.