L’emittente statunitense KraneShares arriva in Borsa Italiana con un Etf sull’internet cinese.

La prima quotazione dell’anno sull’EtfPlus di Borsa Italiana è del nuovo KraneShares CSI China Internet UCITS ETF (Isin: IE00BFXR7900; ticker: KWEB). Si tratta del 26esimo emittente su Borsa Italiana che porta il numero di Etf quotati a 1117 (oltre a 218 Etc ed Etn).

Una tematica che rientra tra i megatrend demografici.

L’Etf di KraneShares

L’Etf fornisce una nuova modalità di accesso al fiorente settore Internet cinese e quindi una maggiore accessibilità agli investitori interessati a cogliere il potenziale di crescita del settore all’interno dei loro portafogli.

Nelle parole di Jonathan Krane, CEO di KraneShares, questa è solo la prima di una serie di Etf tematici che l’emittente Usa, specializzato negli strumenti sulla Cina, porterà all’EtfPlus di Borsa Italiana.

Il commento di Borsa Italiana

“Il 2020 è stato un anno di record per il mercato ETFplus” ha commentato Silvia Bosoni, responsabile ETFs, ETPs e fondi aperti di Borsa Italiana.

“È stata superata la soglia dei 100 miliardi di euro dall’AUM degli ETPs, con poco meno di 9 milioni di contratti conclusi nell’anno (+72% rispetto al 2019) e oltre 132 miliardi di euro scambiati (+ 25% vs 2019). E il mercato degli ETF, ETC ed ETN cresce ancora e aggiunge un nuovo emittente, KraneShares, al novero degli ETF provider presenti in Italia”.

“La prima quotazione del 2021 sul listino di Borsa Italiana di un ETF da parte un emittente internazionale conferma la sempre maggior centralità del mercato italiano nell’industria globale degli ETF” conclude Silvia Bosoni.