Gentili lettrici e cari lettori, continuiamo la serie delle pillole agostane tratte dai nostri libri. Oggi vi propongo un passo del libro “Investire nei megatrend del futuro” che racconta di come digitalizzazione, big data e robotica stanno cambiando il settore sanitario.

La trasformazione del settore sanitario

Il settore sanitario sta subendo una profonda e rapida trasformazione per rispondere al mutare delle esigenze della popolazione.

Nei Paesi emergenti si allunga l’aspettativa di vita degli abitanti e cambiano le patologie da curare grazie al miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie e della dieta; nei Paesi occidentali, come spiega l’Osservatorio Nazionale sulla Salute dell’Università Cattolica, assistiamo al rapido invecchiamento di una parte sempre più ampia della popolazione e al costante aumento delle patologie croniche che solo in Italia hanno interessato il 40% dei cittadini italiani per una spesa sanitaria di 66,7 miliardi di euro nel 2018.

Diventa quindi necessario portare le cure al domicilio del paziente e seguirne il decorso terapeutico per un lungo periodo di tempo. A questo proposito, secondo lo scienziato Leroy Hood si dovrà passare dalla “cura della malattia” alla “gestione complessiva del benessere degli individui” introducendo il paradigma della Medicina 4P: predittiva, preventiva, personalizzata, partecipata.

Questa medicina mette al centro il cittadino che viene monitorato nel suo stile di vita per intercettare comportamenti sanitari errati e per identificare i primi segnali dell’insorgere delle patologie anche grazie all’utilizzo dello smartphone, degli oggetti indossabili come orologi e bracciali, della domotica e dei sensori sui veicoli connessi che possono monitorare lo stato di salute del guidatore.

Settore sanitario e Big Data

I dati sono il nuovo petrolio dell’economia. Nel 2000 le informazioni in forma digitale erano solo il 25% di tutta l’informazione disponibile nel mondo mentre oggi ne rappresentano il 98%.

Se questi numeri possono stupire, in ambito sanitario la crescita dei dati è stata ancora più veloce grazie all’evoluzione della diagnostica per immagini, al fascicolo sanitario elettronico, ai programmi di bioinformatica e di sequenziamento del genoma e alla raccolta dei dati dai sensori wearable per rilevare battito cardiaco, respirazione, pressione arteriosa, temperatura corporea, livelli di glucosio dei pazienti.

Una miniera di dati che sta attraendo i FAANG e i BAT, che vedono nel mercato della salute un nuovo business. Apple, Amazon, Alphabet, Baidu e Tencent hanno già annunciato diversi progetti sulla salute rilasciando app e servizi innovativi che hanno come primo target i loro dipendenti per poi espandersi al grande pubblico.

Un esempio è Apple che stima  un potenziale di mercato per l’Healthcare di 313 miliardi di dollari nel 2027 ed è in posizione di vantaggio rispetto a Amazon e Alphabet grazie ai suoi device indossabili che possono essere integrati con funzioni di monitoraggio dei parametri vitali, come gli orologi iWatch che grazie all’app Apple Ecg sono in grado di effettuare elettrocardiogrammi e di segnalare le irregolarità cardiache e i potenziali episodi di fibrillazione atriale.

L’intelligenza Artificiale aiuta il medico

Gli ospedali hanno creato negli anni una mole di dati strutturati e non strutturati che aspettano solo di essere lavorati da sistemi di intelligenza artificiale.

Per esempio, le tecniche di Machine Learning e Deep Learning applicate all’analisi delle immagini radiologiche hanno grandi potenzialità. Un team di ricercatori dell’Harvard Medical School ha sviluppato un sistema per l’identificazione delle aree metastatiche dei linfonodi che ha successo nel 92% dei casi dimostrando che l’analisi dei dati con l’AI può ridurre il tasso d’errore nella diagnosi del cancro alla mammella dell’85%.

I ricercatori di Google nel 2018 hanno sviluppato un algoritmo con tecniche di Deep Learning capace di calcolare la stadiazione del carcinoma prostatico con il punteggio di Gleason e di caratterizzare la morfologia del tumore con un’accuratezza maggiore di quella della media dei patologi.

Infine, il Centro Cardiologico Monzino è all’avanguardia nell’applicazione dell’AI per l’interpretazione delle ecocardiografie 3D mediante algoritmi basati sul Machine Learning, che calcolano in maniera autonoma in pochi secondi il volume e la frazione di eiezione del ventricolo sinistro nel 94,5% dei pazienti.

Conclusioni

Queste sono alcune delle decine di applicazioni che troverete nei nostri due libri che parlano di tecnologia applicata alla sanità. Uno è quello citato, l’altro è “Robot. La Nuova Era – Vivere, lavorare, investire nella società robotica di domani” che potete sempre leggere e comprare su Amazon.


Il nostro libro consigliato

La pillola che avete letto è tratta dal nostro ultimo libro. Potete leggerne un ampio estratto qui sotto grazie a Kindle e comprarlo su Amazon.

Crediti: Foto di copertina di https://www.pexels.com/it-it/@pixabay da Pexels

Di Andrea Forni

Co-founder di questo sito. È autore e coautore di libri e analisi sui temi dell'economia, della finanza e dei megatrend oltre a centinaia di articoli pubblicati dal 1989 a oggi da primarie riviste, quotidiani e siti tra i quali: Borsa & Finanza, Advisor, Trader's Magazine, Bollettino Associazione Banche Popolari, Sf Rivista di Sistemi Finanziari, Parabancaria, ITForum News. E' iscritto all'OCF (Organismo dei Consulenti Finanziari) e detiene la certificazione internazionale IFTA CFTe.

error: ATTENZIONE: IL CONTENUTO DI QUESTO SITO E' PROTETTO E NON COPIABILE!!