“Il Green Deal e il piano infrastrutturale di Biden porteranno a una crescita nel settore delle tecnologie pulite, il cosiddetto cleantech. Ma non solo questo. Ci aspettiamo che i temi di investimento che contribuiscono alla decarbonizzazione, come ad esempio l’efficienza energetica, le energie rinnovabili o la riduzione delle emissioni di carbonio, trarranno maggiori vantaggi da questi programmi”. tematiche che rientrano tra i megatrend climatici e ambientali.

Così Gerhard Wagner, portfolio manager del Swisscanto Equity Fund Global Climate. Il gestore ci spiega la strategia del fondo e il suo posizionamento in questa intervista in esclusiva.

In quali aree siete maggiormente investiti?

In generale, ci concentriamo su aziende che offrono prodotti o servizi che contribuiscono alla decarbonizzazione dell’economia. La maggior parte delle aziende che troviamo appartengono ai settori industriali, IT, materiali e Utilities. Al momento, siamo fortemente investiti nel settore industriale e non abbiamo esposizione al settore finanziario e healthcare.

A livello di aree geografiche, non vogliamo discostarci più del 15% dalle regioni dell’MSCI World. Al momento abbiamo un leggero sovrappeso in Europa. Non appena il piano infrastrutturale di Biden e i piani di decarbonizzazione asiatici saranno attuati, questo posizionamento potrebbe cambiare a favore degli Stati Uniti e dell’Asia.

E qual è il vostro approccio?

Scegliamo quelle aziende che ci convincono sotto il profilo finanziario ed ecologico. Dal punto di vista finanziario, analizziamo il track record del management, cerchiamo solidi dati finanziari e desideriamo rendimenti sul capitale investito (ROIC) che superino il costo del capitale. Dal punto di vista ecologico, cerchiamo di puntare su aziende che contribuiscono alla decarbonizzazione e che quindi avranno una forte crescita futura.

Qualche esempio?

Una delle nostre principali convinzioni è Generac, che attualmente è anche la nostra posizione principale nel fondo. Generac produce e distribuisce batterie residenziali per immagazzinare l’elettricità dai pannelli solari sui tetti. Ottiene elevati rendimenti sul capitale investito e ha un alto potenziale di crescita grazie ai suoi forti canali di vendita.

Quanto è importante la politica dei dividendi nel vostro approccio?

Selezioniamo aziende con alti rendimenti sul capitale investito (ROIC), che superano i loro costi di capitale. Se queste aziende mostrano anche una forte crescita, sono in grado di aumentare il loro valore intrinseco.  Per queste aziende, è più interessante reinvestire i loro profitti piuttosto che distribuirli agli azionisti. Inoltre, noi come azionisti vogliamo che le aziende investano nei loro modelli di business, perché è più redditizio che distribuire dividendi.

Massimiliano Malandra

Di Massimiliano Malandra

Co-founder di questo sito. Analista fondamentale e quantitativo, socio Aiaf e giornalista professionista dal 2002. Esperto di approccio risk parity. Autore di vari libri.