Il fattore tempo è fondamentale negli investimenti. Tanto che quasi tutti i grafici che si studiano l’asse delle ascisse è dedicato proprio agli intervalli temporali, che siano a 1 minuto oppure a 1 anno.

Il testo di Eugenio Sartorelli (Vice Presidente SIAT e Membro Comitato Scientifico) “Analisi ciclica per il trading. Come studiare il movimento dei prezzi attraverso il fattore temporale” (Hoepli 2019, 256 pagine) descrive i presupposti teorici e le diverse metodologie di analisi che utilizzano il fattore temporale per studiare il comportamento dei mercati finanziari.

Il punto di partenza è costituito dalla conoscenza dei principi fondamentali relativi ai cicli finanziari e delle relazioni esistenti tra i diversi orizzonti temporali: il metodo ciclico aiuta ad avere una chiave di lettura ordinata del mercato.

Una volta definiti i punti di partenza teorici, Sartorelli, attraverso numerosi esempi didattici, spiega come effettuare un’analisi multi-ciclica in grado di individuare le forze più importanti che agiscono sui prezzi delle varie attività finanziarie. Sulla base di queste valutazioni si costruisce un piano operativo con la definizione dei livelli di ingresso, di stop-loss iniziale e di uscita in profitto, tutti accuratamente spiegati nel testo.

“Il Murphy dell’analisi ciclica” lo ha definito un recensore su Amazon. La descrizione mi sembra perfetta e rappresenta a mio parere il miglior viatico per buttarsi nella lettura di questo ottimo testo.

Massimiliano Malandra

Di Massimiliano Malandra

Co-founder di questo sito. Analista fondamentale e quantitativo, socio Aiaf e giornalista professionista dal 2002. Esperto di approccio risk parity. Autore di vari libri.