Per la recensione del libro della domenica oggi ho scelto questo interessante testo scritto dal giornalista e autore bestseller inglese Will Storr “La scienza dello Storytelling” che esplora i meccanismi con cui il nostro cervello analizza il mondo e lo vive attraverso le storie. Un libro pubblicato nel 2020 e che ha venduto oltre due milioni di copie, portando il suo autore a fare conferenze sul tema in tutto il mondo.

Vi parlo di questo libro che, in realtà, è stato pensato dal suo autore come testo fondamentale per gli aspiranti scrittori. Ma che a mio avviso è estremamente interessante anche per noi investitori e trader alle prese ogni giorno con lo storytelling proposto dai mercati finanziari.

Come infatti sapete e avrete sperimentato su voi stessi, il problema di ognuno di noi è la percezione del mercato da parte del nostro cervello. In altri articoli vi abbiamo parlato di finanza comportamentale e di psicologia dell’investitore, suggerendovi anche libri fondamentali come quelli citati nelle recensioni “Penso dunque investo: la lotta tra istinto e mente” e “Pensieri lenti e veloci: addentrarsi nella mente dell’investitore“, o ancora “Buffett e la “money mind” dedicato proprio ai processi mentali di Warren Buffett, che vi invito a rileggere.

Ma qui siamo di fronte a un libro che non è stato scritto per gli investitori ma per coloro che vogliono diventare scrittori di romanzi. Dove però ho trovato tantissime idee che servono anche a noi per capire come funziona il nostro cervello e come esso interpreti le “storie” create dallo svolgimento quotidiano dei mercati finanziari e dal corollario di notizie, eventi, dati e sorprese che contribuiscono a muovere le masse di investitori in un senso o nell’altro.

L’autore ci spiega infatti che “Sarebbe impossibile comprendere la realtà umana senza storie da raccontare. Le storie riempiono le pagine dei giornali, affollano i tribunali, gli stadi, le stanze di governo, i cortili delle scuole, i videogiochi, i testi delle canzoni, i nostri pensieri più intimi e le conversazioni, intessono tutti i sogni che facciamo, anche quelli ad occhi aperti. Le storie sono ovunque. Le storie siamo noi.”

L’autore poi si addentra nel funzionamento del nostro cervello che è una macchina incredibile! “Abbiamo ottantasei miliardi di cellule celebrali, o “neuroni”, ognuno dei quali è complesso quanto una città. I segnali che si inviano tra loro hanno una velocità di 120 metri al secondo. Percorrono 150.000-180.000 chilometri di collegamenti sinaptici, quanto basta per avvolgere quattro volte il pianeta.

Ma qual è lo scopo di una simile potenza neurale? In base alla teoria evoluzionistica, il nostro scopo è quello di sopravvivere e riprodurci, secondo Will Storr. E di fare analisi di mercato corrette e investimenti sensati, aggiungo io.

E fortuna vuole che “Gli umani hanno una sete di conoscenza insaziabile.” Anche perché, spiega l’autore citando la costruzione delle sceneggiature di romanzi famosi, film e serie televisive di successo, “I vuoti di informazione suscitano livelli di curiosità divoranti nei lettori di Agatha Christie e negli spettatori della serie Prime Suspect, storie in cui sono 1) posti davanti a un enigma; 2) esposti a una sequenza di eventi con una soluzione che c’è ma non è nota; 3) spiazzati da depistaggi; e 4) assillati dal pensiero che qualcuno, a differenza loro, sappia già chi è il colpevole e la dinamica dei fatti.

Se prendete questa frase e l’applicate ai mercati finanziari, calza a pennello. Noi investitori siamo sempre posti davanti a un enigma. La Banca centrale alzerà o no i tassi di riferimento? Gli utili della tale azienda usciranno in linea con le aspettative o no? Il mercato aprirà rialzista o ribassista?

Siamo posti di fronte a una sequenza di eventi ogni giorno: trimestrali, conferenze dei banchieri centrali, fallimenti di aziende. Siamo spiazzati da depistaggi come fake news o falsi movimenti dei prezzi (volatilità, Bull Trap). E infine siamo assillati dal pensiero che gli altri sappiano più noi e siano già posizionati a mercato per trarre vantaggio prima di noi o contro di noi.

Il libro entra poi in specifico nella costruzione della narrazione di un romanzo o di un evento cine-televisivo, ma resta molto interessante sia per coloro che amano leggere o vedere storie complesse sia per coloro che vogliono comprendere perché la vita è tutta una storia ben narrata dal mondo che ci circonda.

Se queste righe vi hanno stimolato vi invito, come sempre, a leggere l’estratto gratuito del libro e poi ad acquistare il libro in formato cartaceo o ebook su Amazon cliccate il link o usate il visore qui sotto.

AIUTACI A COPRIRE LE SPESE ACQUISTANDO SU AMAZON!
Per mantenere il sito senza pubblicità e ad uso gratuito spendiamo molti soldi. Aiutaci a coprire le spese di gestione comprando su Amazon attraverso i link che trovi nell’articolo. A te non costa niente di più, e una piccola percentuale del tuo acquisto ci verrà girata sul nostro conto affiliazione.


Di Andrea Forni

Co-founder di questo sito. È autore e coautore di libri e analisi sui temi dell'economia, della finanza e dei megatrend oltre a centinaia di articoli pubblicati dal 1989 a oggi da primarie riviste, quotidiani e siti tra i quali: Borsa & Finanza, Advisor, Trader's Magazine, Bollettino Associazione Banche Popolari, Sf Rivista di Sistemi Finanziari, Parabancaria, ITForum News. E' iscritto all'OCF (Organismo dei Consulenti Finanziari) e detiene la certificazione internazionale IFTA CFTe.

error: ATTENZIONE: IL CONTENUTO DI QUESTO SITO E' PROTETTO E NON COPIABILE!!