Con il processo di decarbonizzazione, l’economia dell’idrogeno sarà uno dei temi portanti del futuro, ed LGIM lancia il primo Etf puro in Europa sull’economia dell’idrogeno. Il trend rientra tra le tematiche dei Megatrend climatici e ambientali.

L’Etf di LGIM

Lo strumento di cui parliamo e che da oggi è quotato all’EtfPlus di Borsa Italiana è L&G Hydrogen Economy UCITS ETF (Isin: IE00BMYDM794, ticker: HTWO). La valuta di base è il dollaro Usa, quindi l’investitore si assume il rischio cambio, visto che la quotazione in Borsa Italiana è ovviamente in euro. Il TER è dello 0,49% annuo e il benchmark di riferimento dell’Etf è il Solactive Hydrogen Economy Index NTR.

Attraverso una strategia di investimento dinamica di LGIM basata sul database proprietario di GlobalData, l’Etf espone all’intera catena del valore dell’idrogeno.

Aziende con una capitalizzazione di mercato di 200 almeno milioni di dollari. Tra esse: produttori di elettrolizzatori, produttori di idrogeno, produttori di celle a combustibile, provider di soluzioni di mobilità specializzati. E ancora: fornitori di componenti di celle a combustibile, società industriali e utility fondamentali e altri player nella catena di fornitura.

L’economia dell’idrogeno

La spinta globale alla riduzione delle emissioni di carbonio continua, e in Europa i policymaker stanno incoraggiando le industrie a passare all’idrogeno “verde”. Il prodotto senza combustibili fossili potrebbe portare a eliminare fino a 830 milioni di tonnellate di emissioni globali di CO2 secondo l’Agenzia Internazionale dell’Energia.

L’Etf punta a cogliere le opportunità create dalla combinazione di politiche a basse emissioni di carbonio da parte dei governi, progressi tecnologici e componenti più economici.

Tutto questo agevola la crescita dell’economia dell’idrogeno: entro il 2050 dovrebbe portare a ricavi per 2,5 trilioni e a un potenziale infrastrutturale del valore di 11 trilioni. Questo il senso del primo Etf puro sull’economia dell’idrogeno di LGIM.

Il commento di LGIM

“Il fondo offre un accesso d’avanguardia a questo settore in rapida evoluzione e consente di controllare l’esposizione all’idrogeno in portafoglio, insieme agli ETF su energia pulita e batterie” ha detto Howie Li, Head of ETFs.

“Crediamo molto nella possibilità di offrire agli investitori un’esposizione all’intera catena del valore delle soluzioni a basse emissioni di carbonio” ha aggiunto Giancarlo Sandrin, Country Head Italy di LGIM.

“Il lancio dell’L&G Hydrogen Economy UCITS ETF amplia la nostra gamma tematica di punta sul mercato. Inoltre sottolinea il nostro impegno nel fornire gli strumenti per accedere a quei temi chiave che ci aiuteranno nella transizione verso un mondo più sostenibile.”

Massimiliano Malandra

Di Massimiliano Malandra

Co-founder di questo sito. Analista fondamentale e quantitativo, socio Aiaf e giornalista professionista dal 2002. Esperto di approccio risk parity. Autore di vari libri.