Questo libro di 500 pagine scritto nel 2010 da Ted Fishman, giornalista americano ed ex trader del CME, è affascinante perché descrive ciò che tutti saremo: anziani.

L’autore ci porta in un viaggio intorno al mondo spiegandoci che l’invecchiamento globale è una delle grandi conquiste dell’umanità, ma l’invecchiamento individuale si sta dimostrando un problema di portata globale: nel 2030, un miliardo di persone sarà over 65 e i problemi sono già iniziati.

Per dimostrarlo l’autore analizza le condizioni degli anziani in paesi tra loro diversi per demografia, cultura, sistema sanitario e previdenza. Si parte dai ricchi pensionati della Florida per arrivare in Spagna dove il 28% degli anziani vive sotto la soglia di povertà. Si vola poi in Giappone dove il numero di centenari continua ad aumentare. L’invecchiamento della popolazione ha impatto anche sul mondo del lavoro e sulla società: l’accesso a cure mediche e servizi di qualità sta diventando inaccessibile a chi vive di sola previdenza pubblica e la necessità di lavorare più a lungo porta a scontri generazionali per la caccia al posto di lavoro.

Il libro ha il pregio di porre il lettore di fronte all’inevitabile: la decadenza fisica e i suoi effetti. A questo proposito, un capitolo è dedicato all’analisi degli “acciacchi” che colpiscono l’essere umano dai trenta ai cento anni di vita. Sicuramente una scoperta per i lettori più giovani, un monito per tutti i “baby boomers”.  

E’ un testo straordinario, che fa riflettere sulla condizione umana e che ci ha inspirato a scrivere il capitolo dedicato alla Silver Economy del nostro libro Investire nei megatrend del futuro.

Tutta la serie di libri di Fishman (alcuni in italiano) è in vendita su Amazon.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *