Russofobia: la Russia è da temere? C’è un sentimento storico di paura e diffidenza negli occidentali verso la Russia.  L’Orso Russo da centinaia di anni ha diviso, preoccupato, impaurito l’Europa occidentale, fin dai tempi di Pietro il Grande. E i grandi stati europei da una parte hanno sempre cercato di arginarne le spinte verso l’Europa centrale e il Mediterraneo, dall’altra hanno però altrettanto spesso cercato una sponda per le loro alleanze. Dalla Gran Bretagna (in lotta con Napoleone) alla Francia ai primi del ‘900 per cercare di contenere la potenza tedesca.

Al tempo stesso, però, l’impero britannico lottava per contenere l’espansione russa verso la Turchia (la guerra di Crimea, cui partecipò anche il Regno di Sardegna, che rimane nota per la tragica battaglia di Bataclava con la carica a cavallo della Brigata leggera britannica) e verso l’India (il “grande gioco” di Kipling). Per finire con Gran Bretagna e Stati Uniti nella seconda guerra mondiale.

«La Russia è un rebus avvolto in un mistero che sta dentro un enigma», affermava Winston Churchill nel 1939.

A cercare di svelare questo rebus ci ha provato Guy Mettan, giornalista, storico e politico ginevrino, esperto di geopolitica della Russia. Il suo libro Russofobia. Mille anni di diffidenza si addentra nella storia della Russia e nei suoi rapporti plurisecolari con l’Occidente, cerca di svelare i motivi di questa diffidenza e approfondisce dai vari punti di vista (tedesco, inglese, francese e statunitense) quelli che sono stati i prodromi della paura della Russia, come si è evoluta e come si è cercato di combatterla.

Un’analisi attenta e puntuale, ricca di citazioni e fonti bibliografiche. A volte un po’ troppo sbilanciata verso la Russia, ma questo è un parere strettamente personale. Il libro però è molto interessante, ovviamente anche di stretta attualità, e prova a mostrare perché non deve essere per l’Occidente un’estraneità da combattere.

«Oggi – sostiene Mettan – il mistero russo non esiste più, poiché le informazioni sono disponibili, per tutti coloro che vogliano decifrarle».

Qui sotto è possibile leggere un estratto del libro.

Massimiliano Malandra

Di Massimiliano Malandra

Co-founder di questo sito. Analista fondamentale e quantitativo, socio Aiaf e giornalista professionista dal 2002. Esperto di approccio risk parity. Autore di vari libri.

error: ATTENZIONE: IL CONTENUTO DI QUESTO SITO E' PROTETTO E NON COPIABILE!!