L’economia tiene, la produzione industriale non sembra essere intaccata granché da inflazione e aumento dei tassi di interesse e il Pil è cresciuto del 3,7% l’anno scorso e la stima è del +0,7% quest’anno.

Tutto bene quindi? Ovviamente no, il macigno del debito pubblico è sempre più pesante: 2.762 miliardi a fine 2022 e potrebbe ora subire una forte accelerazione nel primo semestre portandosi in una forchetta compresa tra 2.828 e 2.865 miliardi a giugno.

“Non vi dovrebbero essere impatti futuri sulla nuova contabilizzazione dei crediti, ma non possiamo escludere che emerga qualche ulteriore revisione nella pubblicazione della Banca d’Italia sul livello del debito negli ultimi mesi”.

Maurizio Mazziero, fondatore della Mazziero Research, riporta e illustra tutti i numeri della “azienda Italia” in maniera esemplarmente lineare, chiara e puntuale. Il suo “Osservatorio trimestrale” è arrivato al 49° numero: qui potete scaricare il numero più recente.

Fonte: Mazziero Research

Ma l’aumento del debito e quello dei tassi di interesse hanno spinto al rialzo anche la spesa per interessi, passata dai 57,3 miliardi del 2020 ai 63,7 del 2021 e infine agli 83,2 miliardi di euro l’anno scorso. I nuovi rialzi dei tassi della BCE attesi per quest’anno non faranno altro che peggiorare la situazione. Anche perché quest’anno risultano in scadenza 325 miliardi di euro di titoli di stato, mentre per esempio saranno “solo” 282 l’anno prossimo e circa 220 sia nel 2025 che nel 2026.

Questi però sono solo alcuni dei moltissimi numeri che l’Osservatorio mette a disposizione del lettore. Si tratta di una miniera di dati da cui partire per riflessioni macro e micro economiche. Insomma, è merce rara.

Maurizio è un caro amico ma è soprattutto un analista molto preparato che ha costruito una macchina perfetta sia per quanto riguarda i dati riassuntivi sia per quelli previsivi sull’economia del nostro Paese. Assolutamente da leggere e conservare.


TI PIACE IL SITO e il suo DATABASE?

Se ti piace il sito e lo trovi utile, prima di continuare la lettura, aiutaci in questo progetto di educazione finanziaria con una piccola donazione per coprire le spese di gestione e mantenere il sito senza pubblicità. Clicca sul bottone o su questo link. GRAZIE!


Di Massimiliano Malandra

Co-founder di questo sito. Analista fondamentale e quantitativo, socio Aiaf e giornalista professionista dal 2002. Esperto di approccio risk parity. Autore di vari libri.

error: ATTENZIONE: IL CONTENUTO DI QUESTO SITO E' PROTETTO E NON COPIABILE!!