La cybersecurity è uno dei settori che più sta subendo l’impatto dell’IA, sia per le maggior minacce, sia per le nuove soluzioni di difesa che questa permette. Basti pensare che il mercato globale dell’IA dedicata alla cybersecurity dovrebbe arrivare a valere circa 40 mld di dollari entro il 2026, con un CAGR superiore al 20% per i prossimi 3 anni.

Lo spiega Rahul Bhushan, co-founder di Rize ETF e Head of Global Index di ARK Invest Europe nel contributo di seguito, in cui evidenzia come l’IA applicata alla cybersecurity sia destinata ad aprire una nuova epoca per le aziende del settore, con leader come Palo Alto e Fortinet che la stanno già implementando nei loro prodotti e nelle loro operazioni.

Rahul Bushan – Fonte: Rize ETF

Le aziende di sicurezza informatica devono affrontare sfide complesse, con un panorama delle minacce in continua evoluzione e attori malevoli sempre più astuti e tenaci. Secondo il Technology Market Outlook di Statista, il costo globale della criminalità informatica dovrebbe superare i 20.000 miliardi di dollari entro il 2027, e questa cifra non tiene conto dell’enorme quantità di reati informatici che non vengono individuati.  Di conseguenza, il settore della cybersecurity sta registrando una crescita notevole: secondo un rapporto di Next Move Strategy Consulting, il mercato globale della sicurezza informatica supererà i 650 miliardi di dollari entro il 2030, a testimonianza della crescente domanda di prodotti avanzati per la sicurezza.

Fonte: Rize ETF

Uno dei principali motori di questa crescita sarà il rilevamento delle minacce basato sull’intelligenza artificiale, che può identificare anomalie e attacchi in grado di sfuggire agli analisti umani. La capacità di analizzare vasti insiemi di dati e di identificare in tempo reale le potenziali minacce, esigenza sempre più sentita vista la crescente complessità degli attacchi, è ormai fondamentale. Si consideri che ogni giorno vengono rilevate 560mila nuove minacce informatiche, che travolgono i sistemi software tradizionali. L’intelligenza artificiale può aiutare a filtrare questi attacchi, individuando quelli che necessitano di ulteriori analisi da parte di un umano.

Si prevede che il mercato globale dell’IA dedicata alla cybersecurity si espanderà dagli attuali 10 miliardi di dollari a quasi 40 miliardi di dollari entro il 2026, con un tasso di crescita annuale composto (CAGR) superiore al 20% per i prossimi 3 anni.

Palo Alto Networks ha già rivelato di aver ottenuto, grazie all’implementazione dell’IA, una riduzione del 97% dei falsi positivi e un aumento del 60% delle capacità di prevenzione delle minacce. L’IA può inoltre semplificare le operazioni all’interno delle unità di sicurezza, automatizzando attività di routine: per Fortinet, ad esempio, l’implementazione dell’automazione guidata da IA ha portato a una riduzione del 40% dei costi operativi. Allo stesso tempo, Cloudflare riferito un notevole aumento dell’utilizzo del suo prodotto “R2” proprio tra le startup che si occupano di IA, che lo sfruttano per l’utilizzo conveniente delle GPU nell’addestramento dei modelli.

Per cogliere appieno il potenziale dell’IA, le aziende di cybersecurity stanno investendo attivamente in infrastrutture pronte per essa, concentrandosi anche sulla formazione e sull’aggiornamento della propria forza lavoro. Questo cambiamento tecnologico consente alle società di cybersecurity di operare in modo più efficiente e proattivo, uno sviluppo che si sta già riflettendo sulle loro performance finanziarie.

Fonte: Rize ETF

Abbracciando l’IA, le aziende di cybersicurezza stanno migliorando il loro prodotti e rafforzando la fiducia dei clienti, a beneficio della loro solidità finanziaria. Questo le posiziona al meglio per il futuro, in cui dovranno mostrare capacità di innovazione di fronte all’evoluzione delle minacce informatiche. Migliorando drasticamente la velocità e la precisione del rilevamento delle minacce e garantendo una sorprendente efficienza operativa, l’IA sta diventando la spina dorsale di una sicurezza informatica più resiliente, agile ed economica.


TI PIACE IL SITO e il suo DATABASE?

Se ti piace il sito e lo trovi utile, prima di continuare la lettura, aiutaci in questo progetto di educazione finanziaria con una piccola donazione per coprire le spese di gestione e mantenere il sito senza pubblicità. Clicca sul bottone o su questo link. GRAZIE!


error: ATTENZIONE: IL CONTENUTO DI QUESTO SITO E' PROTETTO E NON COPIABILE!!